Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Come organizzare un pic-nic a prova di coronavirus

organizzare pic-nic a prova di coronavirus
scenario da favola – via Pinterest

Finalmente arriva il weekend e adesso che le giornate sono più belle e si può finalmente uscire di casa, sarebbe davvero un peccato non approfittarne. Per questo ho creato una guida passo-passo su come organizzare un pic-nic a prova di coronavirus.

Ad oggi, solo alcuni bar e ristoranti hanno riaperto, principalmente quelli che hanno molto spazio e magari un giardino.

Inoltre non tutti si sentono ancora così sicuri da voler rischiare di rientrare “in società”, come se non fosse successo niente.

Per tutti questi motivi, il pic-nic diventa una soluzione perfetta, coniugando la possibilità di stare nella natura, di mantenere la distanza sociale ma anche di vedere qualche amico (senza esagerare e tutti mascherati, ça va sans dire).

E poi, è impossibile non trovare stupenda l’idea di riempire un cestino con pietanze deliziose e una bottiglia di vino, giusto?

E allora iniziamo!

Come organizzare il pic-nic a prova di coronavirus

  • Calcola i partecipanti e stila un menù che possa soddisfare tutti. Naturalmente in caso di diete molto differenti si può sempre ricorrere alla regola secondo cui ognuno mangia quello che porta, anche se naturalmente è sempre più divertente condividere.
  • Torte salate, uova ripiene, insalata di riso o muffin: vale tutto, ma la cosa più importante da un punto di vista igienico è dividere tutto in porzioni singole. Per evitare di usare la pellicola trasparente o i sacchetti di plastica, e quindi un eccesso di rifiuti da smaltire, puoi utilizzare i contenitori alimentari in plastica o vetro che già possiedi.
organizzare un pic nic a prova di coronavirus cestino muffin
monoporzioni – via Pinterest
  • Se pensi di preparare pietanze come hummus, guacamole, o patè, valuta bene se riporli in un contenitore dal quale attingere con un cucchiaio per servirlo nei piatti, o se preferisci dividerlo già in fase di preparazione in bicchierini di carta o altri contenitori ad uso personale. Assolutamente vietato pucciare le carote o i grissini direttamente nel contenitore comune!
  • Più che i guanti monouso che rimangono puliti solo fino a quando non toccano qualcosa, meglio avere a portata di mano un gel igienizzante a base di alcol.
  • Coperta, sacchi per la raccolta differenziata, casse per la musica e giochi per tutte le età sono i tocchi finali.

Questo è tutto! Se poi vorrai raccontarmi come hai organizzato il tuo pic-nic a prova di coronavirus ne sarò molto felice!