Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

DECLUTTERING: QUALI ALTERNATIVE AL “BUTTARE”?

DECLUTTERING QUALI ALTERNATIVE AL BUTTARE

(Piccola premessa: fare decluttering non è obbligatorio, non lo prescrive il medico. Ma da cultrice e professionista di questa pratica non posso che esserne entusiasta e parlarne bene perché ne vedo ogni giorno i benefici su me stessa, chi mi sta intorno e chi lavora con me)

DECLUTTERING QUALI ALTERNATIVE AL BUTTARE 1
DECLUTTERING QUALI ALTERNATIVE AL BUTTARE 1

In questo articolo ti ho parlato di space clearing e delle sue 3 fasi, di cui il tanto citato decluttering non è che una fase. Tuttavia, nonostante il decluttering sia solo una fase dello space clearing, ciò non vuol dire che sia un compito facile e veloce.

Anzi, probabilmente è la parte più ardua di tutto il percorso: il distacco dagli oggetti.

Nella nostra società gli oggetti ricoprono un ruolo molto importante: li desideriamo, li analizziamo, li possediamo, ci immedesimiamo, ci facciamo rappresentare e ci identifichiamo in essi.

Giusto o sbagliato che sia, questo ci porta quasi quotidianamente ad acquistare, a “recuperare” o a conservare oggetti che poi finiscono con l’accumularsi nelle nostre case, che per la maggior parte dei casi, sono tutt’altro che spaziose.

In controtendenza, il decluttering è proprio l’arte di riuscire a vedere questi oggetti per quello che sono (spoiler = cose) e a dissociare l’oggetto dall’emozione che provoca, dal ricordo che riporta alla mente.

declutter your mind
declutter your mind

Fare questo esercizio è, per molti, tutt’altro che facile e si tende spesso a inventarsi giustificazioni o scuse per non eliminare le cose superflue. La prima obiezione che di solito viene fuori in questi casi è: “Eh, ma è un peccato buttarlo!”

Ecco perché oggi vediamo quali sono le alternative al cestino della spazzatura, perché sono d’accordo con te: è un peccato buttarlo!

Riciclare

La prima cosa da fare quando si sta facendo una pulizia tra le proprie cose è quella di procedere per tipologie di oggetti diversi: quindi dedicarsi ai documenti, ai vestiti, ai libri, agli apparecchi elettronici, ecc. in momenti diversi. In questo modo se proprio ci saranno alcuni oggetti non recuperabili potrai dividerli in sacchetti differenti e quindi riciclarli come da indicazione del tuo comune.

Per quanto riguarda gli abiti, esistono anche alcune aziende che riutilizzano i tuoi vecchi oggetti dando ad essi nuova vita, per esempio RIfò o Chitè, ma anche Oviesse e H&M hanno delle iniziative simili, come portare abiti da buttare in cambio di un buono sconto da utilizzare nello store fisico o online per acquisti di nuovi capi di vestiario.

Regalare

Durante il decluttering potrebbero saltare fuori alcuni oggetti che potrebbero fare la felicità di altre persone: amici (certo!), ma anche persone che non conosciamo. Ti consiglio di fare una ricerca presso le associazioni della tua città, ma anche servizi come ospedali, pediatri, cooperative, canili a cui i tuoi oggetti potrebbero fare molto comodo.

decluttering donare organizzatamente.com
decluttering donare organizzatamente.com

Restituire

Alzi la mano chi non ha in casa almeno un paio di oggetti presi in prestito a qualche amica o parente e che non ha mai restituito. Bene, questo è il momento giusto per farlo! Consiglio: adibisci una scatola o un cestino a raccogliere tutti gli oggetti da restituire e lasciala accanto alla porta d’ingresso. In questo modo quando uscirai vedrai gli oggetti e ti ricorderai di portarli con te quando saprai di dover incontrare la legittima propretaria.

Un decluttering senz’altro veloce da fare e anche corretto nei confronti di chi ci ha prestato l’oggetto, il vestito, le scarpe o in particolare un libro.

Vendere

Vinted, Wallapop, Facebook Marketplace,Vestiaire Collective sono solo alcune delle piattaforme attraverso cui oggi è davvero semplicissimo vendere le proprie cose. A questi si aggiungono i negozi di seconda mano e i mercatini. Comporta un piccolo investimento di tempo, si, ma la soddisfazione di avere dato una seconda vita a qualcosa che in alternativa sarebbe finito nella spazzatura è davvero tanta! Inoltre ti porti a casa anche del denaro da investire per l’acquisto di altri oggetti per la casa, capi di vestiario o corsi per la crescita personale.

decluttering alternative al buttare
decluttering alternative al buttare

Scambiare/barattare

Forse un po’ più complesso da organizzare ma quando si fa una sessione di decluttering pesante perché non pensare di organizzare uno swap party tra amiche? In alternativa, anche su Facebook esistono gruppi in cui è possibile barattare alcuni oggetti con altri, gruppi dove il riciclo tramite scambio e baratto è una sorta di filosofia di vita. Ricorda cose che a te possono non servire più a qualcun’altro possono fare comodo!

Riparare/modificare/rinnovare/riutilizzare

Infine, se sei abile con la macchina da cucire, nel bricolage o in qualsiasi altra arte artigiana puoi pensare di modificare, rinnovare, riutilizzare, riparare le cose che non vuoi eliminare e dare loro nuova vita, creando nuovi oggetti da regalare o riutilizzare in altro modo a casa tua.

Insomma, davvero eliminare è l’ultima spiaggia, prima della quale hai tante altre opzioni, che comportano forse un impiego maggiore di tempo ed energie, ma che viene ripagato dalla soddisfazione di non avere inquinato ulteriormente il nostro pianeta e fatto felice qualcun altro.